Law Firm Italy

Studio Legale
recupero crediti - privacy - contratti - marchi - pubblicità

NewsLetter
Per ricevere gratuitamente la NewsLetter di Infogiur inserite il vostro indirizzo
e-mail:
 
Clicca qui

informativa privacy

Consulenza
concorsi e operazioni
Concorso a premio
Operazione a premio
Manifestazione a premio

 

 

 

Tag meta e concorrenza sleale

Con ordinanza del 18 gennaio 2001 il Tribunale di Roma ha affermato che inserire meta - tag nelle pagine html di un sito commerciale idonei a sviare fraudolentemente la clientela costituisce atto di concorrenza sleale.
I meta - tag sono parole inserite nel codice html di una pagina Internet per far sì che il sito venga registrato dai motori di ricerca in modo migliore e con le informazioni che si preferiscono. Tali parole, lette dai motori di ricerca, non compaiono tuttavia nelle pagine visibili sul web.
Così pare che stia diventando frequente il caso di imprenditori che inseriscono deliberatamente in meta tag delle proprie pagine Internet il nome o il marchio dei concorrenti commerciali. In questo modo chi metta il nome di una società o un marchio in un motore di ricerca può vedersi “dirottato” verso il sito di un concorrente dell’imprenditore che voleva contattare o del prodotto che cercava.
Così è successo per due società di Assicurazioni on-line: la Crowe Italia e la Genertel. La Crowe ha messo in meta tag delle proprie pagine Internet il nome della Genertel. In questo modo chi inseriva in un motore di ricerca la parola Genertel poteva vedersi dirottato verso il sito della concorrente Crowe.
La Genertel ha quindi proposto un ricorso d’urgenza avanti il Tribunale di Roma per chiedere l’inibizione di tale comportamento. Il Tribunale di Roma ha risposto positivamente a tale istanza, riconoscendo che l’inserimento del nome dell’imprenditore concorrente in meta tag delle proprie pagine Internet costituisce atto di concorrenza sleale. Ed ha così inibito alla Crowe il proseguimento di tale comportamento, imponendo alla stessa l’eliminazione della parola “Genertel” dai meta tag delle proprie pagine Internet.

Infogiur - studio di consulenza e-business